[GUIDA] configurare un cabinato arcade da zero

le Guide ed i Topic importanti in un unico posto !
neutrino76
Affezionato
Affezionato
Messaggi: 172
Iscritto il: 18/10/2012, 14:24
Reputation: 1
Città: Roma

[GUIDA] configurare un cabinato arcade da zero

Messaggio da neutrino76 » 15/03/2018, 11:46

Mi sono accorto da tempo che non c’è un vademecum univoco su come mettere su un sistema arcade dall’inizio alle fine. Dovendo sistemare il mio, ho deciso di ringraziare la comunità che mi ha aiutato proponendo il mio caso; magari può essere utile a molte altre persone che in questo modo non si dovranno andare a pescare chissà dove informazioni frammentate di qua e di là.
Delle chiare premesse prima di leggere però:
1) Non volevo spendere per un PC nuovo per far girare dei giochi di 30 anni fa;
2) L’hardware usato, se settato bene, è più che sufficiente e si può rimediare a poco o addirittura gratis da qualche amico che ha un vecchio PC che non usa (così siamo ricicliamo pure!);
3) Sono convinto che non serve avere l’ultima versione di Mame/Groovymame. Mi trovavo già molto bene con la versione 0.140 del 2010 visto che faceva girare tutti i giochi di cui avevo bisogno; l’idea è quella di realizzare un sistema che funziona, da conservare finchè dura. Della serie: non vi interessa se il bancomat che usate ha Win10 o XP o il basic del Commodore64: basta che funziona, no? Io sono di questo avviso, non me ne vogliate.
4) Perdonate una certa trattazione “maccheronica” degli argomenti: non sono uno smanettone perchè mi piace più passare a usare i mezzi piuttosto che a stare a impazzire ore a configurarli quindi la mia esposizione farà storcere il naso ai puristi ai quali però chiedo di fare interventi costruttivi per poter migliore questo mio contributo a beneficio di tutti.

Detto questo, cominciamo dall’hardware:
Lato cabinato:
1) monitor CRT presumibilmente Hantarex (lo deduco dall’adesivo posto sull’alimentatore ma non sono mai riuscito ad avere una prova certa del tubo) a 15 KHz.
2) Scheda di interfacciamento col PC: JammaASD (jammasd.html)
Lato hardware PC:
1) AMD Sempron 2800 a 1,6 GHz;
2) 2GB di Ram;
3) HD 200 GB SATA;
4) Scheda grafica ATI Radeon 7500 64 GB;
5) filtro rumore da applicare tra l’uscita audio del PC e l’ingresso audio della JammASD per ridurre il fruscio sulla cassa del cabinato che altrimenti sarebbe davvero troppo! (Non capisco da dove viene, qualche interferenza del cavolo...).
Come si nota, il PC non è certo tutta questa potenza ma mi è stato regalato e cmq ha dimostrato di poter egregiamente eseguire giochi di 30 anni fa! Il case è un po’ ingombrante da tenere dentro il cabinato ma pazienza, ci entra anche se per poco.

Per quanto riguarda il software:
1) Mame/Groovymame 0.170 ( http://mamedev.org/oldrel.html ; https://drive.google.com/drive/folders/ ... VNkVW5jbEE );
2) CRT Emudriver 1.2b (Catalyst 6.5) for Windows XP-32 + VMMaker + Arcade_OSD 1.4b (http://geedorah.com/eiusdemmodi/forum/v ... .php?id=65 );
3) Mala Frontend 1.74 (http://malafe.net/index.php?page=download );
4) DW Jukebox 3.4.1 ( http://dwjukebox.com/ );
5) Windows XP Service Pack 3, 32 bit.

MAME/GROOVYMAME E AGGIORNAMENTO ROMSET: QUALE VERSIONE?
La mia esigenza era quella di provare il Groovymame, una versione modificata di Mame ottimizzata per l’uso coi CRT. Inoltre una cosa che mi fa molto piacere, Groovymame, prima dell’avvio del gioco, indica sia la risoluzione/frequenza originale sia quella scelta da lui per aprirlo: in questo modo siamo sicuri di avere un’esperienza realmente “pixel perfect”. In effetti ho notato che rispetto a Mame normale, Groovymame riesce a scegliere meglio la frequenza e risoluzione più simile all’originale.
Io fin’ora ho usato il MameUI32 0.140 del 2010 che andava bene ma aveva cominciato a darmi dei problemi di audio in alcuni giochi quindi ho voluto cambiare.
Bisogna quindi individuare la versione di Mame/Groovymame adatta non solo a quello che vogliamo ottenere ma anche rispetto al nostro hardware.
Nel mio caso non potevo puntare sulla versione 0.194 per due motivi:
1) incompatibilità col front end Mala (che però di seguito ho risolto, almeno con la versione 0.170);
2) incompatibilità della scheda grafica: dalla 0.171, Mame (e conseguentemente Groovymame) non supporta più il Direct Draw e quindi avrei dovuto cambiare la scheda grafica. Non ci penso neanche visto che quella che ho ha già dimostrato di andare alla grande.
Ho dunque puntato su Mame/Groovymame 0.170 ma il mio romset era del 0.140; dovevo quindi aggiornarlo.
Dal sito Emuparadise mi sono scaricato i pacchetti di aggiornamento e ho seguito questo tutorial https://forums.launchbox-app.com/topic/ ... lrmamepro/ da usare con CLRMamePro ( https://mamedev.emulab.it/clrmamepro/ ).
Questa è stata la fase più oscura perché in effetti non so se il romset sia stato aggiornato in modo ottimale visto che diverse rom continuano a essere segnate in rosso da Mame ma la maggior parte dei giochi va quindi sono soddisfatto così. Se poi c’è qualcosa che non va, mi scarico la rom di quel singolo gioco!
Un’altra verifica che si può fare è usare RomCenter ( http://www.romcenter.com/ ) che dà una panoramica sul database di rom che abbiamo aiutando a correggere un gioco che magari ha un nome sbagliato (seguite però dei tutorial come questo ).
Ok, dopo aver (bene o male) aggiornato il mio romset alla versione 0.170 ed aver scaricato sia groovymame che mame entrambi 0.170 a 32 bit, era il momento di prepare il PC.
Perché a 32 bit? Perché tanto sul mio PC ho 2 GB di ram e non avrei avuto particolari vantaggi nell’uso dei 64 bit. Windows XP a 32 bit SP3 è leggero, stabile e va benissimo alla bisogna. Va solo alleggerito di alcune cose che riporto qua di seguito:
1) Eliminare gli odiosi fumetti di avvertimento (del tipo: “questa risoluzione è troppo bassa” etc, etc) ( https://support.microsoft.com/it-it/hel ... ndows-xp-o );
2) Eliminare il logo iniziale di caricamento ( http://www.ottimizzazione-pc.it/toglier ... -computer/ );
3) Eliminare le info di chiusura ( https://www.ilsoftware.it/forum/viewtopic.php?t=58128 );
4) Eliminare la schermata di logon ( https://verytech.smartworld.it/come-eli ... ml#steps_5 );

Ho anche tolto tutti i fronzoli grafici e riportato lo stile delle finestre di Windows 2000, basta andare in Pannello di Controllo>Sistema>Impostazioni (del riquadro Prestazioni) e scegliere “Regola impostazioni per ottenere le migliori prestazioni”.
La schermata blu “WindowsXP” iniziale invece si può togliere andando su Pannello di Controllo>Account Utente e scegliere “Cambia modalità di accesso e disconnessione” e deselezionare la voce “Usa la schermata iniziale”.

INSTALLARE I DRIVER DELLA SCHEDA GRAFICA E GENERARE LE MODELINES.
Ora è il momento di installare i CRT Emudriver per la scheda grafica che, tra l’altro, abiliteranno l’uscita video a 15 KHz pronta per essere visualizzata sul monitor del cabinato.
Scarichiamo anche i CRT Tools (WMMaker e Arcade OSD), il primo serve per creare le modelines cioè le risoluzione tipiche dei vari giochi mentre il secondo per l’affinamento e il test delle stesse qualora ci fossero dei problemi di sincronizzazione con il monitor del cabinato. Io ho scelto di rimanere alla versione 1.4b ma sono presenti anche quelli della versione 2.0. Alla fine WMMaker2.0 ha introdotto una interfaccia utente ma per me era più che sufficiente la versione 1.4b.
Ora creiamo una cartella dove mettiamo il nostro Mame, il Groovymame e le rom dei giochi. Le rom ovviamente vanno nella cartella Roms; è utile poi creare anche una cartella Ini dove andranno posizionati i file ini di ogni gioco (spiegherò di seguito).
Nella cartella del Mame avremo ovviamente il mame.exe ma questo non mi interessa; quello che voglio è usare il Groovymame e quello che devo fare è metterlo nella stessa cartella del Mame solo che per praticità e per distinguerlo dal Mame, lo rinomino groovymame.exe.
A questo punto il mame.exe si può cancellare ma lo tengo per delle prove, casomai il groovymame dovesse darmi dei problemi.
Se nella cartella è presente un mame.ini, lo cancello perchè ne creo uno a partire dal groovymame.exe stesso. Per fare questo apro il pannello dei comandi di Windows cliccando su Esegui (su WinXP) e scrivendo cmd. Questa operazione può essere fatta su anche su Win10, basta cercare e avviare il programma cmd.exe.
Portiamoci nella cartella di Mame/Groovymame e scriviamo il comando groovymame.exe –cc. In questo modo avremo creato un file mame.ini derivato da Groovymame. Ora lo possiamo modificare nel modo indicato qui di seguito (ovviamente per la versione 0.170!).
Riporto comunque le info necessarie. Fino a groovymame0.170, nel mame.ini generato da groovymame dovremo editare solo alcune linee (ringrazio l’utente Bandito per l’aiuto):
"""""""""""""""""""""""""""""""""
in
#
# CORE SEARCH PATH OPTIONS
#
rompath inserire il percorso della cartella roms ad es. C:\mame\roms

in
#
# CORE MISC OPTIONS
#
skip_gameinfo 1 (disabilita i messaggi di eventuali malfunzionamenti o problemi delle roms)

in
#
# CORE MKChamp OPTIONS
#
disable_nagscreen_patch 0 (disabilita il messaggio che per avanzare ci chiede di digitare ok o Dx/Sx col joy)
disable_loading_patch 0 (disabilita la scritta loading quando lanciamo una rom)

in
#
# OSD VIDEO OPTIONS
#
video ddraw (scegliamo di utilizzare direct draw che su crt da la miglior resa)

""""""""""""""""""""""""""""""""""
Da aggiungere che questa versione di mame è compilata con il supporto agli high score abilitato, dovremo ricordare solo di creare la cartella hi dove è l'eseguibile mame e di posizionare il file hiscore.dat relativo alla versione 170 accanto all'eseguibile mame.
Una volta modificato il file mame.ini, non rimane che creare le modelines tramite WMMaker ma bisogna modificare il file wmmaker.ini prima dell’operazione. Di seguito le voci da cambiare:
1) MameExe: inseriamo il percorso di Groovymame;
2) ListFromXML: attiviamola usando il parametro 1; questo permette di generare le modelines dalla lista dei giochi (mame.xml) supportati dalla nostra versione di Mame/Groovymame;
3) GenerateXML: attiviamola usando il parametro 1; questa genera il file mame.xml dal quale saranno estratte le modeline come detto sopra;
4) GenerateInis: attiviamola usando il parametro 1; questo genera i file .ini per ogni gioco che verranno registrati nella cartella definita alla voce IniPath;
5) IniPath: inseriamo il percorso della cartella ini che abbiamo creato in precedenza; questo servirà per posizionare gli i file .ini per ogni gioco (spiego dopo perchè);
6) MonitorType: io ho lasciato su “CUSTOM” visto che non so per certo il modello del mio monitor, so solo che probabilmente è un Hantarex ma quello che è certo è che è a 15KHz.
7) TotalModes: a seconda dei driver grafici usati verrà creato un numero diverso di modelines come descritto nello stesso file di testo; io ho messo 200 per averne il massimo;
8) XresMin_XML, YresMin_XML, XresMin_Custom: ho messo come minima risoluzione 224 perchè ci sono dei giochi che usano questa risoluzione così bassa;
9) UpdateRegistry: di default dovrebbe stare già a 1; questo permette alle modelines generate di essere inserite nel registro di XP per poter essere usate in seguito.

Una volta fatti questi aggiustamenti, salviamo il file, apriamo il WMMaker.exe; verranno così generate le modelines e gli ini per i singoli giochi. Una volta fatto, potremo verificare la creazione delle varie modelines andando a vedere il file Modeline.txt che sarà presente nella stessa cartella di WMMaker.exe.
Riavviamo il PC.
Apriamo Arcade_OSD: qua sono elencate le modelines appena create che si potranno modificare e testare. Su questo non dico molto di più, un po’ perchè non so molto, un po’ perchè di massima bastano le modelines che ho creato (almeno per le mie esigenze). Dirò solo che selezionando (con la tastiera, eh) Video Modes verranno elencate appunto le modelines create da WMMaker. Selezionando una modeline la potremo testare e se ci sono tremolii o malfunzionamenti vari, possiamo scegliere Edit Modeline. Poi possiamo sbloccare la frequenza (Lock Freq) e tramite le frecce provare a variarla avanti o indietro finchè il tremolio non si estingue.
Lo so, questo è un po’ maccheronico detto così ma non so dirvi altro; se avete maggiori esigenze dovrete documentarvi meglio. Una volta fatti i necessari aggiustamenti, ricordatevi di salvare i cambiamenti.
Se dovreste aver bisogno di altre modelines, queste possono essere create e aggiunte tramite programmi come WinModelines ( http://www.geocities.ws/podernixie/htpc ... ne-en.html ). Interesssante è anche questo calcolatore online di modelines: https://arachnoid.com/modelines/index.html. Anche qui per maggiori info vi invito ad approfondire altrove questo argomento.

AGGIUSTARE LA RISOLUZIONE ASSEGNATA, FILE mame.ini e FILE .ini DEI GIOCHI.
Abbiamo visto le istruzioni sulla configurazione del file mame.ini a seconda delle varie versioni di Mame. Ricordo che questo file mame.ini in realtà non è quello creato a partire da Mame ma quello creato da Groovymame col comando “groovymame.exe –cc” (senza virgolette)!
Una volta sistemato il file mame.ini, teoricamente Groovymame dovrebbe fare di tutto per selezionare la migliore risoluzione e frequenza, quella cioè più simile possibile a quella originale del gioco, in base alle modelines generate usando WMMaker. Eppure nel mio caso, pur facendo un ottimo lavoro sulla frequenza, Groovymame ha preso delle cantonate: per esempio nel gioco Ghosts ‘n Goblins (che prevede originalmente una risoluzione 256x224@60), Groovy mi assegnava una 256x240@60. Nulla di grave, ma se la modeline 256x224@60 è regolarmente presente nel sistema e funziona perfettamente (verificata con ArcadeOSD), perchè non usarla? Inoltre mi dava dei problemi di tearing (andatevi a vedere cos’è su wikipedia, spiega meglio di me :D ).
Come fare dunque per affinare le risoluzioni e avere più controllo sui parametri di ogni singolo gioco?
Ho scelto di agire sui file .ini di ogni singolo gioco, quelli che abbiamo creato prima con WMMaker e che abbiamo sistemato nella cartella “ini”. In effetti io ho proprio messo un collegamento a questa cartella sul desktop di XP per interventi veloci.
La logica è che Mame/Groovymame vanno prima a vedere il file mame.ini principale e poi il file ini di ogni gioco quindi “l’ultima parola” spetta al file ini di ogni gioco. Ecco di seguito un esempio:

## gng ##
## "Ghosts'n Goblins (World? set 1)" ##
## gng.c ##
screen0 \\.\DISPLAY1
resolution0 256x224@60
hwstretch 0
syncrefresh 0


Modificare la risoluzione è facilissimo: basta inserirla a mano e salvare il file. Stop.
E per il problema del tearing? Ho risolto mettendo il valore 1 alla voce Syncrefresh (da quello che ho capito, questa cosa dovrebbe variare da monitor a monitor quindi per voi potrebbe non valere). Se la voce Syncrefresh non fosse presente (o se il file ini c’è ma è completamente vuoto, può capitare anche questo), si può copiare il testo di un altro file ini e/o aggiungere a mano la voce Syncrefresh. Si possono ignorare le voci con il # davanti che fungono solo da commento.
Ok,ok, questa non sarà la soluzione più elegante ma funziona bene e mi da un buon controllo su ogni gioco. Serve solo un periodo di aggiustamento alla prima apertura del vostro gioco preferito qualora ci dovessero essere problemi. Vabbè, ci può stare, dai.
Ora viene la parte forse più rognosa: la scelta del frontend.


CONFIGURARE IL FRONTEND MALA.
Con MameUI32 0.140 usavo Mala Frontend 1.74. Per me è veramente il massimo visto che permette di operare tutta la configurazione tramite interfaccia senza rompersi le balle configurando a mano decine di file di testo .cfg o .ini. e inoltre ha un jukebox MP3 integrato. Volendo comunque, per chi preferisce, si può sempre modificare a mano tramite il semplice Notepad, i file di layout .mll che Mala produce.
Purtroppo sembra che il suo sviluppo si sia fermato qualche anno fa e, di base, non riconosce le ultime versioni di Mame, sopratuttto ha dei problemi con il file mame.xml e quindi non riesce a creare l’elenco dei giochi da visualizzare.
Ma la soluzione c’è, almeno fino al Mame/Groovvymame 0.170 visto che lo 0.192 l’ho escluso a priori per via, come detto sopra, del mancato supporto al DirectDraw.
Il mame/groovymame 0.170 viene riconosciuto da Mala (sia dalla versione 1.74 che 1.82) ma c’è da risolvere il problema della compatibilità col file mame.xml che è stato prodotto da WMMaker quando abbiamo creato le modelines. Il file mame.xml può anche essere generato senza usare WMMaker aprendo il prompt dei comandi (cmd.exe) di Windows e usando il comando “mame.exe -listxml > mame.xml” (senza virgolette).
Quindi o creiamo il file xml così o lo copiamo/spostiamo dalla cartella di WMMaker a quella di Mame/Groovymame. Ma ora bisogna fare una piccola modifica per renderlo compatibile: apriamo il file mame.xml col blocco note (abbiate pazienza, ci mette un bel po’ ad aprirsi, se tutto è andato bene sarà un file di testo di circa 184 MB!) e tramite l’opzione Sostituisci sostituiamo la parola “machine” con “game”. Salviamo il tutto. Ora Mala sarà perfettamente compatibile anche con la 0.170 (e credo anche con le più recenti versioni ma vi invito a verificare!).
Estremamente facile poi creare una playlist di musiche di sottofondo da ascoltare durante la scelta del gioco nonchè dei vari effetti audio, come pure definire i tasti per velocizzare lo scrolling dei giochi (saltare di 10 in 10, saltare direttamente alla lettera successiva/precedente).
Semplicissimo inoltre farsi il proprio layout tramite la facile utility MalaLayout, convertire un layout con MalaLayoutCoverter (non so però quali formati accetta) oppure personalizzare la propria di giochi principale e di preferiti con MalaGameList.
Un vero peccato che questo prodotto non sia più sviluppato, ma per ora funziona ancora alla grande a parte qualche lieve bug che comunque non ne pregiudicano l’utilizzo.
Non mi soffermerò sulla configurazione di Mala visto che risulta molto intuitiva. Vi ricorderò solo di:
1) Se ci chiede di creare un nuovo file mame.ini o mame.xml, diciamogli di no visto che ce l’abbiamo già e che tra l’altro sono personalizzati/modificati;
2) Groovymame comprende al suo interno l’utility SwitchRes che serve per assegnare meglio di Mame la risoluzione e la frequenza più simile all’originale; tuttavia il lato negativo è che questo farà aprire una finestra in stile DOS che si sovrapporrà al frontend: per risolvere basta andare all’opzione DOS Windows State nella label MAME Config/Basic e scegliere l’opzione “Hidden”.
Anche se sul sito è scaricabile la versione 1.82 (sempre beta però), sono rimasto alla 1.74 (beta anch’essa) perchè la 1.82 è incompatibile col programma DW Jukebox. In effetti è quest’ultimo a essere veramente preistorico però è tanto carino e ormai ce l’ho configurato a puntino. Alla fine Mala 1.82 non ha cose particolari in più rispetto alla 1.74 che mi interessavano.

ALTRO FRONTEND?
Premetto: non voglio certo far scatenare una faida tra i sostenitori dei vari frontend ma solo esprimere una mia impressione di utilizzo. Quando ho visto che Mala dava dei problemi con le ultime versioni di Mame (prima di scoprire il modo per modificare il file mame.xml), ho provato il frontend AttractMode che vede tanti estimatori. Che dirvi, non è affatto male e mi sento di consigliarlo ma non ha la facilità di configurazione che ha Mala: il più delle volte si deve agire direttamente sui file di testo .cfg o .ini il che, a mio avviso, lo rende un po’ ostico e scomodo da configurare. Figuratevi che per dirgli di mostrare solo i giochi “working” (ossia quelli che non hanno problemi con Mame), si devono inserire dei comandi per definire un filtro che non avrei davvero saputo dove andare a prendere. Per fare un paragone, in Mala basta cliccare su una opzione dell’interfaccia per ottenere lo stesso risultato....
Creare layout in AttractMode inoltre è sicuramente una cosa meno intuitiva in quanto bisognerebbe conoscere il linguaggio di scripting Squirrel che genera i file .nut. Non dico che è una cosa impossibile, ma dovermi andare a studiare un linguaggio per poter organizzare un layout di un cabianto arcade, mi sembrava una follia. Inoltre sarà sempre più lento che utilizzare una utility basata su interfaccia utente, con buona pace degli smanettoni!
Una soluzione in questo caso però, potrebbe essere quella di creare il layout in 2 minuti con MalaLayout e usare il file .mll di Mala con AttractMode visto la compatibilità di quest’ultimo con il primo. Questo in effetti velocizza le cose.
Inoltre, come già detto, Mala ha un jukebox MP3 integrato che può essere davvero utile (anche se io ne ho usato un altro).
Un’altra motivazione che mi ha fatto rimane su Mala 1.74, è anche il fatto che il programma per jukebox che ho usato io (DW Jukebox http://dwjukebox.com/ ) dava dei problemi di apertura con AttractMode.
Altri utenti invece si trovano bene con FEEL.....insomma, provateli tutti e poi vedete voi quale preferite.

CONFIGURARE I TASTI DEL CABINATO.
Non rimane ora che configurare i tasti del cabinato: il P1, il P2, la gettoniera (fedelissimo alle mitiche 200 Lire!!!) e per farlo basta installare il semplicissimo software della JammASD. Niente da dire qui, è davvero tutto intuitivo e spiegato alla pagina web relativa.

CONCLUSIONI.
Non mi rimaneva che fare le seguenti operazioni:
1) regolare i trimmer del CRT per la geometria dello schermo, più che altro riuscire a trovare un buon compromesso tra area visiva dei giochi verticali (io uso praticamente solo “1943”) e quelli orizzontali che sono la stragrande maggioranza;
2) regolare i trimmer per la luminosità e il contrasto;
3) regolare il volume dell’audio ottenendo il giusto compromesso tra gli slider di WinXP e quelli di Mala;
4) fare una copia-immagine di sicurezza dell’hard disk su un altro hd.

A onor di cronaca io ho due tipi di scheda di controllo del CRT: una MTC9000 prima serie, una MTC9000 più recente e due Monitor/Semio (l'erede dell'Hantarex di Firenze) a cui ho dovuto apportare delle modifiche per farle funzionare al meglio con un CRT Videocolor. Ringrazio vivamente Raffaele Oliarca di Campi Bisenzio conosciuto su questo forum per l'indispensabile aiuto.

Una ultima cosa: non sono mai riuscito a sapere niente sul mio cabinato (modello, anno, marca.....). Posto delle foto qua di seguito, magari qualcuno mi può dare delle info..... :D
Ah, il marquee, il neon e le grafiche laterali sono state fatte da me, non sono originali.

Immagine

Immagine


Avatar utente
Tox Nox Fox
Moderatore
Moderatore
Messaggi: 6984
Iscritto il: 14/01/2007, 23:35
Medaglie: 3
Reputation: 26
Been thanked: 1 time

Re: Configurare un cabinato arcade da zero

Messaggio da Tox Nox Fox » 15/03/2018, 13:24

Ma sei un grande. Sono mesi che dico di fare una guida simile ma il tempo è quello che è.
La integro nel portale.
Il cab è un generico tipo rit legno che sono copie dei "neo geo gevin"
Immagine
WP.ARCADEITALIA.NET


neutrino76
Affezionato
Affezionato
Messaggi: 172
Iscritto il: 18/10/2012, 14:24
Reputation: 1
Città: Roma

Re: Configurare un cabinato arcade da zero

Messaggio da neutrino76 » 15/03/2018, 13:43

Tox Nox Fox ha scritto:
15/03/2018, 13:24
cab è un generico tipo rit legno che sono copie dei "neo geo gevin"
Grazie. Ma sai perche caso di che anno può essere? Anche la posizione del terzo tasto, differente tra player 1 e 2, è curiosa perché asimmetrica.


Avatar utente
Tox Nox Fox
Moderatore
Moderatore
Messaggi: 6984
Iscritto il: 14/01/2007, 23:35
Medaglie: 3
Reputation: 26
Been thanked: 1 time

Re: Configurare un cabinato arcade da zero

Messaggio da Tox Nox Fox » 15/03/2018, 13:45

Differisce perché, credo, che quando hanno aggiunto il tasto al player 2, se avessero mantenuto lo stesso interasse del player 1 sarebbero finiti vicino al tasto P2
Immagine
WP.ARCADEITALIA.NET


Avatar utente
Tox Nox Fox
Moderatore
Moderatore
Messaggi: 6984
Iscritto il: 14/01/2007, 23:35
Medaglie: 3
Reputation: 26
Been thanked: 1 time

Re: Configurare un cabinato arcade da zero

Messaggio da Tox Nox Fox » 15/03/2018, 13:46

Come anno ho sempre visto, circa, primi anni 2000
Immagine
WP.ARCADEITALIA.NET


Avatar utente
PaTrYcK
Moderatore
Moderatore
Messaggi: 11357
Iscritto il: 12/10/2009, 20:35
Reputation: 106
Città: Cagliari

Re: Configurare un cabinato arcade da zero

Messaggio da PaTrYcK » 16/03/2018, 4:31

Ottima guida bravo!


Avatar utente
sevenhouses
Newbie
Newbie
Messaggi: 55
Iscritto il: 31/01/2018, 21:49
Medaglie: 1
Reputation: 0
Città: lodi
:
Donatore

Re: Configurare un cabinato arcade da zero

Messaggio da sevenhouses » 16/03/2018, 7:09

Gran bel lavoro e complimenti per il cabinato.
Rich in paradise (cit. FPI Project)
<-gogogo-> <-gogogo->


dangelobros
Newbie
Newbie
Messaggi: 17
Iscritto il: 17/11/2014, 20:58
Reputation: 0
Città: Roma

Re: Configurare un cabinato arcade da zero

Messaggio da dangelobros » 17/03/2018, 9:49

Sei un grande COMPLIMENTI!!!!!


Rispondi

Torna a “Guide - How To - Topic importanti”