ATARI 2600 HEAVY SIXER, IL SOGNO AMERICANO...

Tutto cio che riguarda le nostre mitiche Retro Console
Avatar utente
KENNEX65
Affezionato
Affezionato
Messaggi: 127
Iscritto il: 04/04/2015, 7:09
Medaglie: 1
Reputatione: 0
Città: PIACENZA
Località: CASTRI ARQUATI
:
Donatore

ATARI 2600 HEAVY SIXER, IL SOGNO AMERICANO...

Messaggio da KENNEX65 »

Ciao a tutti, sono un collezionista di console e oggi scrivo di una storica console definita forma di investimento.
La Atari Vcs Cx2600 Heavy Sixer il primo e unico modello prodotto esclusivamente negli Stati Uniti nell' anno 1977.

Immagine

La Vcs Cx2600 Heavy Sixer definita la reginetta della Atari fu l'unico esemplare prodotto in Usa, mentre i modelli successivi dal 1978 in poi vennero prodotti in Giappone per ridurre le spese di produzione.
l' Atari Vcs Cx2600 Heavy Sixer oltre che a essere molto rara è accreditata di una valutazione collezionista di tutto rispetto.
Un esemplare in perfette condizioni boxato, provvisto di manuali ecc.. può raggiungere quotazioni di USD 1500 / 2000.
La mia la comprai circa otto anni or sono da un ex dipendente Atari di quei tempi, un certo Morris.
Mi raccontò con grande entusiasmo della sua esperienza lavorativa definendola la favola Atari.
Erano altri tempi mi disse, il boom economico era in espansione quindi lavorare per uno dei marchi precursori del mondo dei videogames era motivo di grande stimolo e orgoglio, eravamo una grande famiglia.
Mi raccontò la storia dell' inarrestabile ascesa ai vertici del marchio americano e successivamente del triste declino...
Quando l'azienda fu dismessa Morris portò con se alcuni esemplari di Heavy sixer e molti pezzi di ricambio.
Oggi è pensionato ma nonostante ciò non ha ceduto al fascino del sogno americano, nel suo scantinato ha una piccola officina privata dove il tempo sembra essersi fermato magicamente negli anni 70/80.
Con l' entusiasmo di allora ripara, restaura e assembla amorevolmente le sue creature, l' Atari è la sua vita.

Ciao ! ! !
KENNEX65


Versioni Atari 2600:

Atari VCS CX2600 "Heavy Sixer" (1977)
Il modello originale aveva 6 levette cromate poste sulla plancia per modificare le impostazioni del gioco e della console ed includeva nella confezione di vendita il gioco Combat, 2 joystick e 2 paddle. Questo modello, per via del suo peso più elevato rispetto a quello successivo dovuto alle plastiche più spesse del contenitore adottato, fu in seguito ribattezzato "heavy sixer". La credenza secondo cui il peso maggiore sia dovuto alla schermatura metallica del modulatore RF più massiccia è falsa perché questa è sostanzialmente identica nelle due versioni.[20] Questa versione è nota anche come "Sunnyvale" perché fabbricata a Sunnyvale (California), come indicato in un adesivo che riportava anche il numero di serie.

Atari VCS CX2600 (1978)
La seconda versione era più leggera della precedente per via delle plastiche del contenitore di minor spessore.

Atari VCS CX2600A (1980)
La terza versione era identica alla seconda ma presentava solo 4 levette: i selettori di difficoltà "A" e "B", non più utilizzati nei giochi più recenti, furono posti sul retro della console.

Atari 2600 (1982)
La console fu ribattezzata 2600 per differenziarla dalla neonata Atari 5200. Anche il contenitore subì delle modifiche: fu tolto l'inserto in radica e fu realizzato in plastica nera. Le confezioni di vendita erano due: la prima includeva 2 giochi, Combat e Pac-Man, e 2 joystick; la seconda aveva 1 solo joystick e nessun gioco incluso. A causa del colore nero, questa versione è nota come "Vader" o "Darth Vader", dal nome inglese del personaggio di Darth Vader del film Guerre stellari.

Atari 2600 Jr. (1986)
Identica alla precedente a livello di hardware, questa versione aveva solo un contenitore di dimensioni più ridotte per contenere i costi e riposizionare la console come sistema di gioco entry level.

Atari 2600 Jr. Rev. A (1986)
Identica alla precedente versione, da cui si differenziava per un arcobaleno riportato sull'inserto cromato della console più lungo rispetto a quello del modello precedente: per questo dettaglio, questo modello è anche noto come "2600 Jr. Long rainbow".

Atari 2600 Jr. "Black" (1989)
Questo fu l'ultimo modello di 2600 prodotto. Per contenere i costi, fu rimossa la striscia metallica contenente l'arcobaleno. A causa del colore scuro del contenitore questa versione è nota come Black.
Ultima modifica di KENNEX65 il 16/05/2015, 12:58, modificato 2 volte in totale.
Immagine


Avatar utente
frame
Banned
Banned
Messaggi: 1599
Iscritto il: 20/01/2014, 23:10
Reputatione: 20
Città: Arcore
Grazie Ricevuti: 1 volta

Re: R: ATARI 2600 HEAVY SIXER, IL SOGNO AMERICANO...

Messaggio da frame »

Ciao Kennex,
affascinante "la mamma di tutte le Consolle" domestiche che intrattenne a casa tanti bambini, evitando che bighellonassero x bar e altri posti "mal frequentati" a infilare monete nelle macchine da gioco verso la fine dei '70..

Io ebbi la 1982 "All blacks" nell' 82 appunto... bello il collezionismo, specie delle versioni con inserti in radica (che fa tanto anni '70...mi sembra di vedere il "SUV" della famiglia Bredford..)...ma, anche se ce l'ho avuto, non mi rimetterei mai a giocare con i Videogames del VCS 2600 oggi....col CBS invece si ;-)

Inviato dal mio MB525 con Tapatalk 2
Immagine ...cerco il vetro di Astro Wars & Vanguard Zaccaria..


Avatar utente
PaTrYcK
Moderatore
Moderatore
Messaggi: 11474
Iscritto il: 12/10/2009, 20:35
Reputatione: 107
Città: Cagliari
Grazie Ricevuti: 14 volte

Re: ATARI 2600 HEAVY SIXER, IL SOGNO AMERICANO...

Messaggio da PaTrYcK »

Grandiosa Heavy sixer!

Le prime unita' H6 venivano prodotte a Sunnyvale (CA), in teoria questa console doveva uscire con due altoparlanti integrati (se guardate la mascherina di traverso sono presenti delle aperture), ma x contenere i costi sono rimaste solo su carta...inoltre durante la vendita della H6 si e' commercializzata sempre negli USA a Sunnyvale la versione light sixer ma per un brevissimo tempo, successivamente questa e le future versioni sono state mandate' in produzione a Hong Kong.
Non sapevo di questo particolare sino a quando non ho recuperato una VCS 2600 L6 per il mercato italiano (distribuito dalla melchioni) made in Sunnyvale

Ho recuperato anche una insolita versione Factory Reconditioned, scatola sul rosso:

Immagine


Avatar utente
KENNEX65
Affezionato
Affezionato
Messaggi: 127
Iscritto il: 04/04/2015, 7:09
Medaglie: 1
Reputatione: 0
Città: PIACENZA
Località: CASTRI ARQUATI
:
Donatore

Re: ATARI 2600 HEAVY SIXER, IL SOGNO AMERICANO...

Messaggio da KENNEX65 »

Nel caso vogliate acquistarla attenzione a chi spaccia le Light Sixer per Heavy, il valore commerciale è totalmente diverso.
La light Sixer con meno di cento euro la si può reperire con facilità perchè prodotta in molti esemplari
La Heavy Sixer invece è rarissima e in stato perfetto è molro ricercata.
Per distinguerla dalla versione light molto simile e con lo stesso frontale in radica non serve aprirla, basta visionare le due bandelle in plastica laterali.

Quella della foto sotto è la light soprannominata Woddy infatti le bandelle sono strette rispetto alla Heavy...

Immagine

La Heavy invece come si nota nella foto sotto ha le bandelle più larghe e pesa molto di più.

Immagine

Ciaooooo.....
Immagine


Avatar utente
KENNEX65
Affezionato
Affezionato
Messaggi: 127
Iscritto il: 04/04/2015, 7:09
Medaglie: 1
Reputatione: 0
Città: PIACENZA
Località: CASTRI ARQUATI
:
Donatore

Re: R: ATARI 2600 HEAVY SIXER, IL SOGNO AMERICANO...

Messaggio da KENNEX65 »

frame ha scritto:Ciao Kennex,
affascinante "la mamma di tutte le Consolle" domestiche che intrattenne a casa tanti bambini, evitando che bighellonassero x bar e altri posti "mal frequentati" a infilare monete nelle macchine da gioco verso la fine dei '70..

Io ebbi la 1982 "All blacks" nell' 82 appunto... bello il collezionismo, specie delle versioni con inserti in radica (che fa tanto anni '70...mi sembra di vedere il "SUV" della famiglia Bredford..)...ma, anche se ce l'ho avuto, non mi rimetterei mai a giocare con i Videogames del VCS 2600 oggi....col CBS invece si ;-)

Inviato dal mio MB525 con Tapatalk 2
Grande Ale, la All blacks era soprannominata la Darth Vader in onore del film di George Lucas Guerre Stellari.
Per me giocare ogni tanto con i games del passato ha un certo fascino, ci sono alcuni capolavori che ancora oggi divertono e ci riportano alle origini dell' incredibile mondo di fantasia e sfide dei videogames.
Ai tempi quando emozionato inserivo la cartuccia del gioco iniziavo a sognare.... , la stessa sensazione la provo ancor oggi nonostante il tempo passi inesorabilmente.

Ciaoo amico mio ! ! !

<-thumbup-> <-thumbup-> <-thumbup->
Immagine


Avatar utente
biasini
God of Arcade
God of Arcade
Messaggi: 2401
Iscritto il: 11/04/2013, 11:17
Medaglie: 1
Reputatione: 23
Città: Roma
:
Silver Medal
Grazie Inviati: 3 volte

Re: ATARI 2600 HEAVY SIXER, IL SOGNO AMERICANO...

Messaggio da biasini »

Bravo KENNEX, questi post ci piacciono...(almeno a noi anzianetti) ben documentati, con informazioni, curiosità, considerazioni e ricordi personali.
Ho una 4 leve 1980 funzionante ed una Woody 6 leve che da tempo cerco invano di riparare, ma ha il modulatore RF guasto e mi sono quindi deciso a procedere per una mod poco invasiva con composito.
frame ha scritto: non mi rimetterei mai a giocare con i Videogames del VCS 2600 oggi....col CBS invece si
Posso darti ragione, molti giochi sono davvero obsoleti (e non parlo solo di grafica).
Però ci sono fantastiche eccezioni senza età, seppur con tre linee in croce: Video Olympics del 1978 è un insieme di varianti basate su pong davvero molto molto divertente se giocato in due (anzi...se non erro si gioca solo i due).
Pitfall è un platform storico con il quale chiunque abbia un pò a cuore la storia dei videogames, non può esimersi dal farci una partitina...

Sono maggiormente legato ad altre console, come L'Intellivision (credo la prima a cui ho giocato) e molto al Coleco Vision, che fu la prima a determinare un salto davvero notevole, ma l'Atari 2600 è stata una console molto duratura e che senz'altro ha avvicinato moltissimo le famiglie di tutto il mondo al mercato dei videogiochi.
Dopo di ciò sono arrivati i giapponesi e degli americani è rimasto poco o nulla...


Avatar utente
Mac
Newbie
Newbie
Messaggi: 53
Iscritto il: 29/12/2007, 1:40
Reputatione: 2
Città: Stradella
Località: Stradella - Pavia (PV)
Grazie Inviati: 1 volta

Re: ATARI 2600 HEAVY SIXER, IL SOGNO AMERICANO...

Messaggio da Mac »

Buongiorno e buona Domenica a tutti.
E' un (bel) pò che non scrivo qui, ma oggi sono stato "attirato" da questo thread.


In quanto a collezionista SOLO di Atari VCS/2600 da diversi anni, dovrei precisare un paio di "cosette"...

>Innanzitutto, ad essere prodotte in quel di Sunnyvale furono anche numerose console VCS "Light Sixer" (L6). Testimoni inconfutabili sono le foto delle "targhette" attaccate sul fondo delle console recanti i numeri seriali e i luoghi di produzione, di cui si può trovare un "nutrito" database sul sito di AtariAge (al cui sviluppo anch'io come tanti altri appassionati "locali" abbiamo contribuito).
Con l'aumento delle richieste di macchine, Atari demandò la produzione ai più proficui (per via delle note vicissitudini socio/politico/economiche...) "distaccamenti" posti nelle "classiche" famose località asiatiche quali Hong Kong e Taiwan, mentre con l'avvenuto insediamento dell'azienda in Europa (Atari Europe) molte delle console "nostrane" furono prodotte negli stabilimenti di "Atari-Ireland".

>l' Heavy Sixer venne comercializzato anche in formato PAL, prima in UK dalla Ingersoll e poi da altri distributori europei, incluso il "nostro" Melchioni (1978).
Il prezzo era, secondo le fonti a cui ci si può appellare (vi inviterei a tal uopo a controllare su alcuni dei nostri gruppi FB, su cui scrivono anche giornalisti di testate "a tema" dell'epoca..), superiore al mezzo milione di Lire, poi immediatamente "standardizzato" sulle 485mila Lire.
Dopo l'avvenuta "successione" da parte del ben più comune "L6" restò fisso a 395mila Lire sino al lancio del "Vader" (periodo natalizio del 1983), il prezzo venne fissato a 299mila Lire.
Le "piccole" 2600 successive, le cosiddette "Junior" (Jr.), costavano da un massimo di 199mila Lire del 1986 sino ad un minimo di 49mila Lire nei primi anni '90, quando poi cessò definitivamente la produzione della GLORIOSA console.

OCCHIO, però, ai valori "monetari" EFFETTIVI...
Ad oggi, un H6 NTSC boxato e completo di tutto, compresi i primissimi CX-40 (i joysticks) con il logo Atari stampato sulla testa della leva, in fusione sulla plastica della stessa, ha un valore che raramente arriva a 400$ americani, mentre un BEN PIU' RARO H6 PAL, può arrivare a valere anche più di 500€, sempre se boxato e completo di tutto.

E' già da parecchio tempo che io insieme ad altri appassionati/collezionisti, ci "battiamo" per una sorta di "regolarizzazione" dei prezzi (in primis su eBay, ormai "puttanaio" di approfittatori di ogni genere) di questa come di tante altre "cose" relative al nostro "settore di competenza", incluse anche le riviste (come per esempio la prima ***ED UNICA*** "Video Giochi" del Gruppo Editoriale Jackson).


[ allego qualche foto dei miei VCS/2600... un H6 NTSC da me modificato secondo il progetto originale Atari del 1975 che prevedeva il "famoso" sistema audio STEREO interno ***in aggiunta, modifica A/V tramite connettori RCA e S-Video*** , il mio L6 PAL (da 34 anni in mano mia), un "Jr. Long Rainbow" (modificato con connettori RCA A/V), un "Jr. Irish Black", un "Matra 3600" (clone) , qualche cartuccia e... qualche "particolarità" :) ]

Immagine
Immagine
Immagine
Immagine
Immagine
Immagine
Immagine
Immagine
Immagine
Immagine
Immagine
Immagine
Immagine
Immagine
Immagine
Immagine
Immagine
Immagine
Immagine
Immagine
Immagine

Immagine
Immagine
Ultima modifica di Mac il 03/08/2015, 4:58, modificato 1 volta in totale.
Marco "MacDLSA" _ Retrogaming History Staff _ Daphne/Singe LaserDiscGame Emulator(s) Team


Avatar utente
frame
Banned
Banned
Messaggi: 1599
Iscritto il: 20/01/2014, 23:10
Reputatione: 20
Città: Arcore
Grazie Ricevuti: 1 volta

Re: ATARI 2600 HEAVY SIXER, IL SOGNO AMERICANO...

Messaggio da frame »

Mac ha scritto:al lancio del "Vader" (periodo natalizio del 1982), il prezzo venne fissato a 299mila Lire.
e no!...non si fà cavolo! :(

... mi vieni a spifferare, 35 anni dopo, la prezzatura del mio regalo! :) ...allora non sapevo far bene di conto, ma ora...

L'Atari mi ha troppo influenzato: la leva tenuta a piene mani con la destra e lo sparo con la sinistra. Facevo poi così anche col Commodore..e coi Cab (infatti facevo degli incorci impossibili, quando mi ritrovavo lo sparo solo sulla destra!)...

Cmq: nel mondo Arcade è difficile trovare un prezziario standard: tanto è influenzato dalla "moda del momento" che fa schizzare alle stelle (inflazionare) un titolo di una PCB o una tipologia di Cab e far cadere nel dimenticatoio (o deprezzare) un altro.. molte volte se ne discute sul forum di questo..

..vedo che per fortuna c'è una sorta di standardizzazione per quanto riguarda il "mercato" più omogeneo delle console, che tende a evitare quantomeno speculazioni a danno dei potenziali hobbysti che volessero ritornare in possesso di questi oggetti del loro passato.. è buona cosa che si sappiano queste informazioni che hai diramato.
Immagine ...cerco il vetro di Astro Wars & Vanguard Zaccaria..


Avatar utente
Mac
Newbie
Newbie
Messaggi: 53
Iscritto il: 29/12/2007, 1:40
Reputatione: 2
Città: Stradella
Località: Stradella - Pavia (PV)
Grazie Inviati: 1 volta

Re: ATARI 2600 HEAVY SIXER, IL SOGNO AMERICANO...

Messaggio da Mac »

Perdono.
Complice la vecchiaia... ho corretto il dato di "prezziatura" del Vader dal 1982 al 1983.
Il resto è ok (in riferimento ad alcuni articoli apparsi sui vari gruppi "The RetroGames Machine, "l'Alba dei Videogiochi" e all'immenso blog "Quattro Bit" in cui "piovono" interviste a ex-dirigenti Atari & affini...)

>
Lo stick con la destra e il tasto con la sinistra ? "Incroci" sui cab ?
... sembri me :-D !
Addirittura in tutti i cab che ho costruito per me ho messo i "comandi duplicati": 3 tasti sia a SX che a DX (sì, tre... tanto ai giochi "a 6 tasti" non ci avevo neppure mai giocato, dato che la mia "dipartita" dalle sale giochi risale a poco più della metà degli '80, conm qualche piccola eccezione...)
[per esempio, il mio multi-emu cab in foto]
Immagine

>
Oh, bè, il "target" sarebbe quello di standardizzare i prezzi, lasciando comunque un seppur minimo margine di guadagno per coloro che ne "necessitano" (...).
Purtroppo siamo ancora ben lontani... <-bluto->
Marco "MacDLSA" _ Retrogaming History Staff _ Daphne/Singe LaserDiscGame Emulator(s) Team


Avatar utente
bisus
God of Arcade
God of Arcade
Messaggi: 2066
Iscritto il: 13/01/2012, 20:23
Medaglie: 1
Reputatione: 16
Città: roma
Località: Firenze
:
Donatore

Re: ATARI 2600 HEAVY SIXER, IL SOGNO AMERICANO...

Messaggio da bisus »

sei Marco per caso ?

Inviato dal mio SM-N9005 utilizzando Tapatalk


Rispondi

Torna a “Retro-Console”