Domotica

News, il-gioco-che-non-mi-ricordo-qual'è, OFF TOPIC e quello che ci pare, ma anche critiche e suggerimenti...
-->Niente PUBBLICITA' sotto qualsiasi forma!<--
Avatar utente
dR.pRoDiGy
Moderatore F.E.E.L.
Moderatore F.E.E.L.
Messaggi: 2709
Iscritto il: 17/11/2009, 15:55
Medaglie: 1
Reputation: 39
Città: Prov_Milano_zona_Sempione
:
Donatore

Domotica

Messaggio da dR.pRoDiGy » 13/01/2017, 23:14

(thread staccato da 3d )
Anch'io sarei più per questo approccio onestamente.. col saldatore ho fatto varie cose, e anche qualche lavoro rognosetto (tipo modifica PS2, mooolto tempo fa!), ma mi scoccia sempre un pò pastrugnare con la microelettronica.. limite mio forse, da buon softwarista vedo sempre i computer come macchine da programmare, più che da cablare 8-) .. ma mò che l'hai detto ci penserò su! ;)

Sfrutto il 3d per andare un pelo offtopic.. io sto collegando un pò di cosine ai GPIO per un progetto di cronotermostato comandato da smartphone (già quasi tutto fatto.. mi manca solo collegarmi alla caldaia tramite un relay, in arrivo da amzn ;) )..
Finora ho prototipato con cavo piatto e adattatore per breadboard.. ma ora vorrei rendere un pò più definitivo il tutto.
Di fatto mi servono pochi pin (precisamente 6, tra termometro e relay), perciò l'intero connettore tipo IDE sarebbe forse troppo.. dovrei troncare la maggioranza dei fili, e mi scoccia un pò, così a livello "religioso"..
Escludendo questa ipotesi, che mi è già ben chiara, mi domandavo se esista un modo furbo per "comporsi" un mini-connettore con i dupont singoli, che li renda stabili, e magari pure staccabili in blocco.. tipo che so, colla a caldo, o cose così..
E poi - ho capito bene? - separando i singoli cavetti dei dupont multicolore (io pensavo semplicemente di "tirarli", come si fa con tutti i multifilari da elettricista) si tagliano malamente? Onestamente mi scoccerebbe rovinarli, per il solito discorso religioso <-think->

..accetto suggerimenti, grazie!
Ultima modifica di dR.pRoDiGy il 19/01/2017, 0:13, modificato 1 volta in totale.
"Non si smette di giocare perché si diventa vecchi, ma si diventa vecchi perché si smette di giocare"

Immagine F.E.E.L. - FrontEnd (Emulator Launcher) development & support
http://feelfrontend.altervista.org ( http:// feelfrontend.altervista.org )


Avatar utente
dR.pRoDiGy
Moderatore F.E.E.L.
Moderatore F.E.E.L.
Messaggi: 2709
Iscritto il: 17/11/2009, 15:55
Medaglie: 1
Reputation: 39
Città: Prov_Milano_zona_Sempione
:
Donatore

Re: Collegamento tasti su GPIO

Messaggio da dR.pRoDiGy » 16/01/2017, 12:26

Si, confermo, in effetti bastava trovarseli in mano e provare per saperlo.. scusa per la domanda niubbissima! :)

Nel frattempo nel we, in attesa del relay, ho rimosso il cablaggio con breadboard e finalizzato la prima metà del cablaggio (primi 3 pin per la sonda termometro DS18B20).. alla fine - perdonami! - ho evitato di saldare sul RPi e optato per una connessione rimovibile basata su 3 dupont singoli..

Usando il mio vecchio RPi B e il suo contenitore ufficiale (che è completamente chiuso nel lato sopra, ma ha una piccola feritoia laterale in corrispondenza del pettine dei GPIO, fatta apposta per far passare il cavo piatto) ho ottenuto un ottimo e stabile cablaggio (nel senso che i dupont, già ben fermi di loro, sono anche protetti dalla scatola stessa, quindi non c'è assolutamente pericolo che si sfilino).
All'esterno invece ho montato 2 mini-jack stereo, maschio sul cavo della sonda e femmina lato RPi, e nella femmina sono riuscito anche a far stare la resistenza di pull-up, schermata dal resto dei pin tramite guaina termorestringente. Così posso scollegare la sonda liberamente senza dover togliere il cavetto dal Pi.

Insomma è venuto proprio bene, e ha anche funzionato tutto al primo colpo.. Peccato solo che nella concentrazione del lavoro non abbia fatto foto per voi :( .. vedrò di rimediare quando monterò il relay, promesso.. per intanto grazie mille per i consigli ;)
"Non si smette di giocare perché si diventa vecchi, ma si diventa vecchi perché si smette di giocare"

Immagine F.E.E.L. - FrontEnd (Emulator Launcher) development & support
http://feelfrontend.altervista.org ( http:// feelfrontend.altervista.org )


acordo76
Cab-dipendente
Cab-dipendente
Messaggi: 650
Iscritto il: 10/11/2015, 17:50
Reputation: 14
Città: Mosciano
Località: Teramo

Re: Collegamento tasti su GPIO

Messaggio da acordo76 » 16/01/2017, 19:57

Beh... se avevi i dupont a portata di mano e per di più era il primo test. .. saresti stato pazzo a saldare :-D

Per curiosità come utilizzi il tuo termostato ? Lo utilizzi stand-alone (funzioni tutte a bordo rpi) con l' azionamento di un relè o hai implementato qualche protocollo ? (Connex, Dallas etc. ?)
Se non sono troppo invadente..


Avatar utente
dR.pRoDiGy
Moderatore F.E.E.L.
Moderatore F.E.E.L.
Messaggi: 2709
Iscritto il: 17/11/2009, 15:55
Medaglie: 1
Reputation: 39
Città: Prov_Milano_zona_Sempione
:
Donatore

Re: Collegamento tasti su GPIO

Messaggio da dR.pRoDiGy » 17/01/2017, 0:29

Macché figurati :)
Il Ds18b20 lo uso come puro sensore temperatura, e poi comando un relay esterno per la caldaia (questo giusto da stasera che ho aggiunto il codice relativo :) ).

Ho sviluppato un sw in Python per gestire i vari sensori e la programmazione settimanale, e un app Android per comandare il tutto da remoto..
Il serverino, la temperatura e l'app girano benissimo già da settimane, ora che ho anche i relay ho una gran voglia di collegare tutto alla caldaia e mandare in produzione l'aggeggio.. Manca poco! :)

Ps: se vuoi altre info te le do con piacere, ma meglio che apriamo un 3d a parte: siamo schifosamente off-topic :D
"Non si smette di giocare perché si diventa vecchi, ma si diventa vecchi perché si smette di giocare"

Immagine F.E.E.L. - FrontEnd (Emulator Launcher) development & support
http://feelfrontend.altervista.org ( http:// feelfrontend.altervista.org )


Avatar utente
stef84
Affezionato
Affezionato
Messaggi: 140
Iscritto il: 12/06/2014, 23:40
Reputation: 0
Città: Assisi

Re: Collegamento tasti su GPIO

Messaggio da stef84 » 17/01/2017, 8:47

dR.pRoDiGy ha scritto:
13/01/2017, 23:14

Sfrutto il 3d per andare un pelo offtopic.. io sto collegando un pò di cosine ai GPIO per un progetto di cronotermostato comandato da smartphone (già quasi tutto fatto.. mi manca solo collegarmi alla caldaia tramite un relay, in arrivo da amzn ;) )..
Finora ho prototipato con cavo piatto e adattatore per breadboard.. ma ora vorrei rendere un pò più definitivo il tutto.
Di fatto mi servono pochi pin (precisamente 6, tra termometro e relay), perciò l'intero connettore tipo IDE sarebbe forse troppo.. dovrei troncare la maggioranza dei fili, e mi scoccia un pò, così a livello "religioso"..
Ciao dR.pRoDiGy

Io col PiZero, tempo fà, ho seguito un progetto niente male... niente di mio, purtoppo, io al contrario tuo sono più un "hardwarista" piuttosto che softwarista.

In pratica, sfruttavo l'applicazione home-kit della Apple per comandare tramite Siri (comando vocale) o applicazione "Home", dei relè per comandare le luci dela casa.

Funziona tutto molto bene, unico neo non sono riuscito a fruttare la "dimmerizzazione" delle luci. i pin del Gpio venivano usati solamente come on-off, ma a me serviva anche un punto, magari sfruttando l'i2c, per modulare una tensione da 0 a 10Volt, per poter quindi andare a dimmerare la luce.

La guida che ho seguito è questa: link

Invece, visto che la signora si dimentica sempre il riscaldamento acceso, ho deciso di acquistare un sistema già pronto, sempre comandabile da app sullo smartphone: il termostato Netatmo link

p.s: se aprite un topic fatemelo sapere, vi seguo con gran piacere
LOAD"*",8,1


Avatar utente
dR.pRoDiGy
Moderatore F.E.E.L.
Moderatore F.E.E.L.
Messaggi: 2709
Iscritto il: 17/11/2009, 15:55
Medaglie: 1
Reputation: 39
Città: Prov_Milano_zona_Sempione
:
Donatore

Re: Collegamento tasti su GPIO

Messaggio da dR.pRoDiGy » 18/01/2017, 0:55

Ciao stef, simpatico progettino.. Io ho fatto un po più di "basso livello", più per divertimento che non necessità (per questo non ho considerato l'ottimo netatmo).. Non ti nego che anche a me piacerebbe "combinare" casa un po' in quel modo in futuro, ma non so quanto riuscirò a cablare in giro.. Casa mia manca quasi completamente di connessioni su cat5, e non è "comoda".
Tu come hai fatto?

Tempo fa, un po per la caldaia ed eventualmente per luci etc, valutavo dei relay controllabili via http.
Ma, se da una parte credo possano semplificare molto i cablaggi, per contro costicchiano, e serve un alimentatore 5v per ogni punto.. Bello spreco di corrente :(

Per la faccenda dei dimmer, credo che al limite potresti creare un piccolo dac usando più gpio.. Il problema è che i 10v non li hai da nessuna parte sul pi, quindi ti servirà un alimentatore esterno, optoisolatori, e altro.. Purtroppo non so così tanto di elettronica da immaginarmi in dettaglio la cosa.
Ps: curiosità, come mai questo range? Cosa ci piloteresti?

"Non si smette di giocare perché si diventa vecchi, ma si diventa vecchi perché si smette di giocare"

Immagine F.E.E.L. - FrontEnd (Emulator Launcher) development & support
http://feelfrontend.altervista.org ( http:// feelfrontend.altervista.org )


Avatar utente
stef84
Affezionato
Affezionato
Messaggi: 140
Iscritto il: 12/06/2014, 23:40
Reputation: 0
Città: Assisi

Re: Collegamento tasti su GPIO

Messaggio da stef84 » 18/01/2017, 8:46

dR.pRoDiGy ha scritto:
18/01/2017, 0:55
Ciao stef, simpatico progettino.. Io ho fatto un po più di "basso livello", più per divertimento che non necessità (per questo non ho considerato l'ottimo netatmo).. Non ti nego che anche a me piacerebbe "combinare" casa un po' in quel modo in futuro, ma non so quanto riuscirò a cablare in giro.. Casa mia manca quasi completamente di connessioni su cat5, e non è "comoda".
Tu come hai fatto?
Diciamo che al momento non ho ancora fatto nulla, proprio per il fatto che non sono ancora riuscito a dimmerare e mi sarebbe utile per la barra led nel salone, però come risolvo anche questa incognita e testo su banco per qualche giorno, tempo un sabato pomeriggio ed è tutto installato.
L'impianto elettrico l'ho modificato a mio piacimento in fase di ristrutturazione, fatto tutto da solo e so precisamente dove passnao i cavi. In previsione di "domotizzare" serrande e luci, ho gia gran parte impostato l'impianto. Ovviamente ci sarà da fare delle modifiche, ma non mi crea grossi problemi.
La mia idea per il salone, dove dovrei comandare due punti con dimmer e altri due con semplice on/off, era quelal di mettere il PiZero nelal scatola di derivazioen principale, dove partono i contatti dei deviatori-invertitori (che andranno sostituiti con semplici pulsanti) e fase-neutro verso le lampade.
In quella scatola ovviamente dovrò anche mettere i trasformatori 5V e 12V, ma per fortuna ho ancora spazio. Li passano anche tutti i cavi LAN verso le altre stanze, ma nel mio caso non mi servono in quanto il PiZero comunque si collega in wifi.
dR.pRoDiGy ha scritto:
18/01/2017, 0:55
Per la faccenda dei dimmer, credo che al limite potresti creare un piccolo dac usando più gpio.. Il problema è che i 10v non li hai da nessuna parte sul pi, quindi ti servirà un alimentatore esterno, optoisolatori, e altro.. Purtroppo non so così tanto di elettronica da immaginarmi in dettaglio la cosa.
Ps: curiosità, come mai questo range? Cosa ci piloteresti?
Per dimmerare avevo pensato di usare degli alimentatori per strip led, con possibilità di dimmerare fornendo uan tensione da 0 a 10V. Al momento mi sfugge il link, ma appena lo trovo te lo invio. Oppure, sono pronto a qualunque altra possibilità.
Non sono riuscito a capire, su quel progetto home-kit che ho linkato, su cosa agisce la dimmerizzazione.
Nel senso, sull'applicazione vedo che c'è il sistema per dimmerare da 0 a 100%, facendo scorrere ad esempio al 70%, vedo che anche sul raspberry arriva il comando e mi indica che ha portato la luminosità al 70%, ma anche spulciuando tutto il codice pyton (purtroppo per me incomprensibile), non riesco a capire su cosa va ad agire, se su i2C o qualcos'altro oppure smeplicemente lo indica ma in realtà non fà nulla. Ho provato anche a misurare sullo stesso punto GPIO, ma rimangono sempre 3,3V. Ora, non so se magari varia di qualche microvolt, non ho pensato di mettere un tester digitale preciso, ma non credo sia questo caso.

Se ti va di aprire un topic per discutere su questo progettino, sono disponibile a qualunque test su campo.
LOAD"*",8,1


Avatar utente
dR.pRoDiGy
Moderatore F.E.E.L.
Moderatore F.E.E.L.
Messaggi: 2709
Iscritto il: 17/11/2009, 15:55
Medaglie: 1
Reputation: 39
Città: Prov_Milano_zona_Sempione
:
Donatore

Re: Domotica

Messaggio da dR.pRoDiGy » 19/01/2017, 0:50

Abbiamo spostato il 3d, così ora si può chiacchierare più tranquillamente!

Parlando di dimmer generici per luci a 220v, ho trovato questo:
link
Purtroppo però non dà molte speranze.. qualcuno vorrebbe sostituire il potenziometro di un dimmer standard con una fotoresistenza, da comandare tramite una lampadina accesa dal pi <-wacko-> , qualcun altro suggerisce di fare un hack dei tasti + e - di un dimmer di tipo diverso, controllandoli via GPIO..
Comandare direttamente un triac sulla 220v (quello che fa un dimmer) richiede un timing troppo serrato, quindi ci vorrebbe un semplice microcontrollore tipo Arduino, più che un pi. Nessuna soluzione davvero buona in altre parole..

Nel tuo caso però hai parlato di strisce a LED quindi la cosa potrebbe essere diversa, ma tutta da studiare.. dovresti capire come funziona l'elettronica relativa, di modo da "inserirtici" in qualche modo (ma forse è proprio da lì che esce quella degli 0 -> 10volts).. prova a postare qualche dato in più, magari salta fuori qualcosa..
Ah invece, un piccolo suggerimento da informatico: se appena appena puoi, visto che monterai il rasp in un punto comodo per i collegamenti, usa una connessione lan più che il wifi.. risparmi corrente e rendi tutto molto più stabile e indipendente.

Sul domoticizzare casa mia, purtroppo non mi dai buone notizie.. in effetti oggi leggendo in giro ho trovato soluzioni più semplici dei relay http (le periferiche X10 - che non conoscevo - possono essere comandate dal rasp tramite librerie apposite), ma il problema dell'inserimento nel circuito elettrico di casa mi rimane:
ho parecchi punti luce comandati da deviatori e invertitori.. anche arrivando coi relay nei punti giusti (già complesso di suo!) dovrei rivedere tutte le scatolette sostituendo gli interruttori con pulsanti monostabili.. che oltre a costarmi almeno quanto i componenti "veri" dell'impianto domotico, non mi piacciono nemmeno granchè.. fanno tanto luce delle scale <-on_sad->
Vedi qualche altra possibilità?

Tornando al mio progettino, per intanto ho deciso come assemblare il relay: un pò come hai fatto tu con lo zero, lo monterò sopra la scatoletta originale Rpi, praticando un paio di fori nella plastica superiore.
In questo modo sarà collegato direttamente alla GPIO tramite la stessa feritoia da cui faccio uscire il jack per la sonda termometro, e rimarrà solidale al tutto.
Dall'altro lato la schedina monta 3 morsetti che saranno perfetti per i cavi del contatto della caldaia.. che non vedo l'ora di collegare <-Gelato->
Vi aggiorno con foto appena possibile! <-thumbup->
"Non si smette di giocare perché si diventa vecchi, ma si diventa vecchi perché si smette di giocare"

Immagine F.E.E.L. - FrontEnd (Emulator Launcher) development & support
http://feelfrontend.altervista.org ( http:// feelfrontend.altervista.org )


Avatar utente
stef84
Affezionato
Affezionato
Messaggi: 140
Iscritto il: 12/06/2014, 23:40
Reputation: 0
Città: Assisi

Re: Domotica

Messaggio da stef84 » 19/01/2017, 11:45

Nel tuo caso però hai parlato di strisce a LED quindi la cosa potrebbe essere diversa, ma tutta da studiare.. dovresti capire come funziona l'elettronica relativa, di modo da "inserirtici" in qualche modo (ma forse è proprio da lì che esce quella degli 0 -> 10volts).. prova a postare qualche dato in più, magari salta fuori qualcosa..
Il driver a cui avevo pensato era questo qui : link

Questo tipo di driver è molto versatile e permette tre tipi di connessione, delle quali una potrebbe torarci utile:
- la prima, semplicemente collegando un pulsante, permette di effettuare on-off, ma inoltre tenendo premuto il pulsante permete di dimmerare, quindi piu lo tieni premuto e piu la luce aumenta, per poi diminuire se si continua a tenere premuto. Questa funzione torna utile per il collegamento diretto ai pulsanti, senza l'utilizzo di relè nelel scatole di derivazione.
- la seconda, fornendo appunto la tensione da 0 a 10V, permette di spegnere (0V o 1V, da vedere sul campo) oppure accendere (10V) la striscia LED. valori di tesione intermedi permettono la dimmerizzazione
- il terzo (quello forse piu interessante) è il protocollo DALI. In pratica, è un sistema BUS, che premette di collegare in parallelo fino a 64 unità. E' usato anche dalla OSRAM e da quello che sono riuscito a capire, la OSRAM fornisce un unità di controllo principale programmabile, dove vanno collegati tutti i vari pulsanti e in parallelo tutti gli eventuali driver per accendere le varie strip LED.

Questo ultimo come dicevo potrebbe essere quello piu interessante, in quanto se si riuscisse a capire come lavora il protocollo DALI e si riuscisse a interfacciare al raspberry, saremmo a cavallo. Con l'applicazione che avevo linkato sopra, si potrebbe controllare tutto anche da smartphone attraverso l'home-kit o probabilmente qualche altra applicazione android.

Nel mio poco capire, avevo azzardato l'opzione 0-10V in quanto non riuscendo a capire come poter integrare il protocolo DALI al sistema home-kit che ho provato, mi sarevve rimasto piu semplice usare lo 0-10V, ma magari a te che ti intendi di programmazione e scrittura in pyton, potrebbe anche tornarti piu comodo quest'altro sistema.
Ah invece, un piccolo suggerimento da informatico: se appena appena puoi, visto che monterai il rasp in un punto comodo per i collegamenti, usa una connessione lan più che il wifi.. risparmi corrente e rendi tutto molto più stabile e indipendente.
Per la conenssone LAN sono d'accordissimo con te e accetto di sicuro il tuo consiglio. Tempo fa avevo acquistato un adattatore LAN-USB che volevo usare per altri sistemi che poi invece non ho piu usato. Devo vedere se è compatibile con il raspy, altrimenti dovrò prendere quello specifico.

Per il discorso dei pulsanti nelle scatole, bhè certo dipende molto dal tipo di "serie" che hai installato. Io ad esempio ho la Living ticino nera e i pulsanti non sono bruttisismi. Un idea interessante sarebbe quella di usare dei tappi della serie di prese che si ha in casa (nel mio caso la Living), si potrebeb trasformare in pulsante touch, usando uno di questi adattatori link
LOAD"*",8,1


acordo76
Cab-dipendente
Cab-dipendente
Messaggi: 650
Iscritto il: 10/11/2015, 17:50
Reputation: 14
Città: Mosciano
Località: Teramo

Re: Collegamento tasti su GPIO

Messaggio da acordo76 » 19/01/2017, 12:00

dR.pRoDiGy ha scritto:
17/01/2017, 0:29
Ho sviluppato un sw in Python per gestire i vari sensori e la programmazione settimanale, e un app Android per comandare il tutto da remoto..
Il serverino, la temperatura e l'app girano benissimo già da settimane, ora che ho anche i relay ho una gran voglia di collegare tutto alla caldaia e mandare in produzione l'aggeggio.. Manca poco! :)
ciao! ...rispondo con un po' di ritardo in quanto dalle mie parti ultimamente c'è "qualche" problemino di connettività/elettricità/neve/terremoti 8-)

la mia curiosità viene dal fatto che per lavoro mi occupo di domotica e pur essendo riventitore/installatore di un marchio specifico (che prevede già termostati con piccolo display e funzioni di gestione carico, scenari etc..) sono sempre interessato a cose nuove. Ho poi letto che ti piacerebbe far evolvere l' impianto elettrico di casa tua, almeno in parte, ma che hai i classici problemi di tubature... posso consigliarti di buttare un' occhio qua: http://www.micro-solution.it/catalogo.php?id=36, la possibilità di utilizzare cavi di rete o doppini anche da 0.2 aiuta non poco; la produzione e progettazione è tutta italiana, e il proprietario dell' azienda è una persona alla mano... io ho installato la prima di queste schede nel 2006 e non ho ancora mai avuto un guasto, le schede relè in sé per sé sono molto "aperte", ovviamente anche tu se volessi maggiori info, chiedi pure <-thumbup->


Rispondi

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Bing [Bot] e 1 ospite